Keyper: l’insediamento medievale che non ti aspetti – Recensione di DiebyDice

48 views
0

Una nuova recensione “made in” DiebyDice ci porta nel passato, e nello specifico nel periodo preferito da tutti gli appassionati di fantasy: il Medioevo! Potete trovare Keyper nei nostri negozi: pronti per un tuffo nel passato??


Riusciremo ad far prosperare il nostro insediamento medievale, o porteremo tutti sul lastrico? Scopriamolo insieme nella recensione di Keyper!

C’è chi dice che lavorare da soli alla propria terra sia molto soddisfacente, ma vogliamo mettere farsi aiutare da qualcuno per raddoppiarne le risorse? Un concetto che magari può sembrare strano se applicato alla realtà dei fatti ma che funziona benissimo con il gioco che vi presenteremo oggi. Stiamo parlando di Keyper, un gestionale competitivo per 2-4 giocatori, prodotto dalla HOCH e tradotto di recente nella nostra lingua dalla Red Glove.Scopo del gioco sarà quello di ottenere più punti rispetto ai nostri avversari, utilizzando i propri lavoratori per raccogliere risorse, allevare animali, costruire il proprio villaggio e/o la fattoria, e cosi via.

Rimbocchiamoci le maniche

Per cominciare una partita, ogni giocatore prende la propria plancia personale, 6 edifici base della fattoria, 6 edifici base del villaggio, 3 tessere fiera (primavera, estate ed autunno) 8 lavoratori di base (azzurro, verde scuro, grigio, arancione, marrone, nero e 2 bianchi) e il Keyper (lavoratore capo) del proprio colore scelto (rosso, giallo, verde chiaro e blu). Al centro del tavolo andranno messe tante plance campagna quanto il numero di giocatori, 6 tessere edificio e 4 tessere nave, il tutto riportato con il simbolo della stagione corrente (questo perché il gioco è suddiviso in 4 Round in corrispondenza delle 4 stagioni annuali: Primavera, Estate, Autunno ed Inverno).
A turno ogni giocatore alternandosi, potrà effettuare una delle seguenti azioni:

1) Piazzare un lavoratore: posizionando il lavoratore all’interno di una casella della plancia campagna si potrà prelevare il tipo di risorsa richiesta (gemma, animale, materie prime, prelevare nuove tessere edificio o costruire nella propria plancia quelle già in possesso, ecc..). Fatto ciò sappiate che se verrà inserito un lavoratore che ha il medesimo colore della casella occupata, si potrà effettuare l’azione due volte, ma non è tutto… quando fate l’azione dovreste chiedere agli altri giocatori (in senso orario) se vogliono partecipare con voi e qualora uno di loro accettasse, sia voi che il giocatore che ha deciso di partecipare, effettuerete l’azione una volta in più del consentito (tre volte se i colori coincidono con i bordi della casella, altrimenti due volte). Va ricordato che ovviamente il lavoratore può essere piazzato anche in determinati edifici costruiti all’interno della propria plancia personale;

2) Piazzare il Keyper: si può posizionare il proprio keyper nell’apposito spazio di una delle plance campagna, cosi che alla fine del round si possa prendere possesso di tutti i lavoratori ivi posizionati andando a creare dunque il pool dei nuovi lavoratori per i round successivi (assieme ovviamente a quelli posizionati nella propria plancia giocatore);

3) Atterrare i lavoratori: una volta che uno o più giocatori hanno piazzato tutti i lavoratori che avevano a disposizione, quest’ultimi possono mettere in posizione orizzontale tutti i lavoratori già piazzati per ripeterne le azioni (a partire dalla propria plancia giocatore o dalla plancia campagna dove è stato posizionato il proprio keyper). Tale azione può essere fatta sempre una volta per turno e una volta che l’ultimo giocatore avrà piazzato l’ultimo meeple sul tavolo, il round finisce e quel giocatore sarà il primo ad iniziare il nuovo round.

Si procederà quindi con queste azioni fino al termine di tutti e 4 i round. Alla fine della fase Inverno verranno contati i punti e chi ne avrà ottenuti di più sarà il vincitore.

L’imbarazzo della scelta

Sin dall’apertura della scatola Keyper è una grande sorpresa: tantissimi meeple e animeeple (mucche, maiali, galline, daini,pecore e tanto altro ancora), tessere edifici per adottare strategie differenti, gemme colorate, ma soprattutto plance campagna modificabili ad ogni round in base alla stagione in corso e come meglio preferisce il giocatore che la possiede (tramite la prenotazione del keyper di cui ho parlato poco fa). Tutte le plance presenti sono molto spesse e resistenti e difficilmente verranno rovinate nel corso del tempo; molto carini anche gli artwork che sono sicuramente azzeccati con il tipo di gioco che ci si para davanti. Tutto questo però non giustifica il prezzo troppo elevato della confezione… anche perché allo stesso costo possono essere acquistati giochi più o meno simili e con una qualità di miniature non indifferente (si pensi ad un Blood Rage ad esempio).

Il gameplay è un classico “gestione risorse”, ma non fatevi ingannare… dietro quelle semplici azioni si nasconde una profondità strategica impressionante: difatti le tattiche da intraprendere sono molteplici e tutte variano da partita a partita come quello di fare il ranch con più bestiame possibile, costruire miniere per la raccolta delle gemme o ancora erigere statue per accumulare punti vittoria con l’aiuto di altri edifici. Inoltre il fatto che si continui ad effettuare le azioni anche dopo aver piazzato tutti i propri lavoratori (perlomeno fino a quando non viene piazzato l’ultimo meeple dall’ultimo giocatore), aiuta a non creare tempi morti mentre qualcuno continua a giocare e gli altri stanno fermi a guardare.

L’erba del vicino…

Di recente vincitore del “Goblin il Magnifico”, Keyper è un titolo che sicuramente va provato e che alla lunga sortisce l’effetto contrario di molti altri giochi… più passa il tempo e più lo vuoi giocare. Certo il prezzo può essere un grande barriera, ma se riuscite a infrangerla non vi pentirete di certo di averlo nella vostra bacheca. In definitiva il gioco non annoierà di certo, ma preparatevi a leggere e rileggere il regolamento… purtroppo oltre ad essere scritto in maniera confusionaria non è neanche chiaro in determinati punti, pertanto il consiglio è quello di fare qualche partita di prova magari aiutandovi con qualche video gameplay preso dalla rete.

PRO:

  • Componenti molto belli
  • Longevità assicurata
  • Strategicamente profondo
  • Alcune meccaniche innovative…

CONTRO:

  • …Ma di base nulla di nuovo
  • Prezzo troppo elevato
  • Regolamento scritto veramente male

Valutazione finale

Componenti: 3,5/5
Divertimento: 4/5
Apprendimento regole: 2/5
Bilanciamento: 4/5
Longevità: 4,5/5

Voto: 3,5/5

Recensione by Manolo – Scrittore Maledetto