La PRO: L’unica supereroina che fa il mestiere più antico del mondo!

0

Volgare, violenta e sarcastica, pervasa dallo humor più nero che si possa trovare!

Finalmente torna in fumetteria uno dei capolavori meno noti di Garth Ennis, autore tra gli altri degli amatissimi The Boys e Preacher.
Riproposta col titolo PRO – EDIZIONE XXXL, Saldapress confeziona un volume di tutto rispetto: cartonato, di pregio e con contenuti extra. 

È il lontano 2002.
Siamo a Düsseldorf, nei pressi di una convention di fumetto.
No, non è Blu notte.
Mancano ancora 4 anni al concepimento di The Boys e, come fosse una pessima battuta sui fumettisti, Garth Ennis (sceneggiatore), Amanda Connor (disegnatrice) e Jimmy Palmiotti (inchiostratore) entrano in un pub.
La barzelletta però, ubriachi a fine serata, non sono loro.
La barzelletta, stavolta, sono i supereroi.

Senza girarci troppo intorno, la PRO(fessionista, da qui il titolo), fa la puttana.
Diciamo “fa”, e non “è”, perché la sua identità non si riduce solo a questo.
È una persona normale, con poca fortuna nella vita, che si ritrova spiata da un guardone galattico il quale, dopo essersi divertito un po’ col proprio binocolo spaziale, decide di investirla di superpoteri per metterla alla prova.
[nota: se non aveste visto il film Absolutely Anything – in italiano “un’occasione da Dio” – vi consiglio di dargli un’occhiata, anche solo per apprezzare la citazione.]
Come non bastasse, dopo poco viene fatta entrare con riluttanza nella League of Honor, evidente parodia della Justice League, in cui schierano tutte le controparti caricaturali dei principali eroi DC.
Citati e trattati col massimo, tipico riguardo che appartiene al gentilissimo e riverente Garth Ennis, si intende.

Ma, a parte il divertentissimo massacro della rispettabilità dei classici supereroi che conosciamo, il fulcro della storia rimane sempre e comunque LEI.


È una donna forte, madre single che si fa il culo in ogni modo per portare a casa la pagnotta, tirare a campare e sfamare il suo piccolo mostriciattolo urlante.
È ruvida, sguaiata e offensiva, fondamentalmente buona ma mai luminosa e oscura.
In sostanza. è umana.
Un essere umano autentico, coerente nel suo essere tanto affascinante quanto sgraziata, che proprio grazie a questo fortissimo contrasto tra il suo realismo e l’assurdità del contesto supereroistico estremizzato in cui si ritrova calata suo malgrado, riesce a portare tutta la carica satirica dell’opera sulle proprie spalle e a lanciarla contro i buoni e i cattivi di turno, ridicolizzandoli come mai nessuno prima.

La PRO è un personaggio credibile e vivo, che l’autore inglese – con l’aiuto di qualche trucco del mestiere, come quello di non darle un nome proprio – riesce a rendere al contempo familiare e universale.



Viene naturale chiedersi se una satira sui supereroi, tanto cruda, pungente e osteggiata ai tempi della sua prima pubblicazione, sia ancora necessaria dopo 18 anni di evoluzione del genere (degli eroi in tutina).
Se ormai i super non si siano svecchiati e modernizzati abbastanza, tanto da rendere questa PROfessionista del mestiere solo una parodia fuori dal tempo, con un carattere e delle espressioni non troppo lontane da una cifra stilistica – comunque estrema – ma ormai molto in voga anche all’interno “principali marchi registrati” in spandex.

Posseduti dallo spirito selvaggio e irriverente di Garth Ennis, la nostra risposta non può essere che CAZZO, NO!
Perché La PRO, oggi più che mai, in questi tempi in balia della tempesta assordante delle opinioni da social, minacciati da pozze melmose straripanti buonismo e marane farcite di alt-right, da vera eroina della strada urla con forza la sua verità:
“questo è un posto brutto e schifoso ed è una stronzata far credere alla gente che qualcuno correrà a salvarli.” 

Insomma, in questa splendida, e breve, storia troviamo un Garth Ennis già carico di voglia di offendere il perbenismo supereroistico dell’epoca, pieno di elementi che ritroveremo con piacere nel successivo The Boys, sicuramente più sviluppati ma forse anche un po’ diluiti.
La PRO invece concentra la sua carica distruttiva in poche ma potentissime pagine, capaci di impressionarci oggi tanto e forse più di quanto non fece all’epoca della sua uscita.
Una magnifica ed esaltante boccata d’aria dopo anni di soffocante, seppur piacevole, supereroismo disneyano.
E con un discreto numero di “cazzo” e “vaffanculo” ben piazzati.


Recensione di Simone “Ishvard” Leonetti

“Una splendida edizione cartonata di grande formato, che celebra in modo definitivo la grandezza corrosiva di Garth Ennis, Jimmy Palmiotti e Amanda Conner.
La Pro è la migliore in quello che fa, ma quello che fa non è sempre piacevole… batte le strade alla ricerca di delinquenti, drogati, mariti fedifraghi e peccatori, disposti a pagarla per i suoi servizi.
La Pro non rifiuta mai: risponde sempre alle richieste d’aiuto di uomini (e di donne, ma soprattutto di uomini).
La sua vita non cambierà neanche quando scoprirà di avere i superpoteri e la patetica Lega dell’Onore le proporrà di entrare nelle sue fila per combattere il male: continuerà a donare tutta se stessa.”

PRO – EDIZIONE XXXL arriva in fumetteria il 5 marzo!