Mystic Vale – Sfida tra druidi vegani: Recensione di DiebyDice

129 views
0

Tornano i ragazzi di DiebyDice con la recensione di un gioco da tavolo forse poco conosciuto, ma che certamente saprà catturare la vostra curiosità! Potete trovare Mystic Vale nei nostri negozi , pronto a regalarvi molte serate alternative!


I druidi da sempre popolano miti e legende, dipinti come grandi amanti della natura. E’ arrivato il momento di sconvolgere le sorti della foresta perché un solo druido sarà il vincitore di Mystic Vale!

Il paesaggio attorno a te cade in rovina: gli alberi sono secchi e si consumano come sabbia al vento, la vegetazione sembra essere morta da molti anni e la terra non è più fertile come un tempo. Ma la speranza è l’ultima a morire e grazie agli insegnamenti druidici acquisiti nel tempo, riesci a scagliare un incantesimo nell’area circostante, cosi da poter cambiare le sorti di quel terreno arido. L’opera che ti circonda è uno spettacolo visivo per ogni amante della natura e dovresti andarne fiero. Ora vediamo come te la cavi se messo a confronto con altri Druidi…

Mystic Vale è un gioco strategico di carte per 2 – 4 giocatori, edito dalla Alderac Entertainment Group e distribuito in Italia dalla Raven Distribution. La particolarità di questo nuovo board game è l’utilizzo del sistema “Card Crafting System”: a differenza dei classici deckbuilding dove siamo abituati a costruire il mazzo nel corso del gioco con nuove carte, qui abbiamo un numero di carte fisso (20 per l’esattezza) che dovrà essere modificato in base a dei potenziamenti che andranno acquistati ed inseriti nelle carte stesse.

Una volta ricevuto il mazzo iniziale e stabilito il numero di gettoni punti vittoria (PV) a disposizione per la partita, ogni giocatore scopre una alla volta le carte e le mette di fronte a se (detto CAMPO) fino a che non vengono scoperti tre simboli decadimento. L’ultima carta scoperta con questo simbolo va posta però sulla cima del mazzo (detto CARTA SUL MAZZO). A questo punto ogni giocatore effettuerà il proprio turno secondo le fasi sottostanti:

  • Semina: potete decidere se passare direttamente alla fase 2 (raccolto) o rischiare, cioè se girare nuove carte e metterle sul campo. Attenti però, perche se compare il quarto simbolo di decadimento saltate per intero la fase del raccolto per andare direttamente a quella di scarto;
  • Raccolto: grazie al mana posseduto possiamo acquistare dei potenziamenti da poter inserire all’interno delle nostre carte (Grazie infinite per le bustine protettive incluse nella confezione). Ogni carta ha tre slot a diposizione (alto, centro e basso), ricordate però che i potenziamenti già esistenti o quelli che inserirete non potranno mai essere coperti a loro volta. In alternativa se avete anche dei simboli mistici (sono di 4 diversi tipi) potete acquistare le carte valle, che andranno in automatico sul vostro campo e forniranno bonus durante la partita o alla fine di quest’ultima (come ad esempio pescare un numero di gettoni PV). Ricordiamo che potete acquistare massimo 2 potenziamenti e 2 carte valle;
  • Scarto: si scartano tutte le carte sul campo (non quella in cima al mazzo);
  • Preparazione: si ripete il passaggio iniziale di pesca, fermandosi sempre quando compaiono tre simboli di decadimento.

Si continua con questo ritmo fino a quando i gettoni dei PV nell’area comune terminano, si conclude il giro e poi si conteggiano i relativi punti. Ovviamente chi ne ha di più sarà il vincitore.

Quando ho sentito parlare di questo gioco ammetto che avevo qualche dubbio, perché mi sembrava una scopiazzatura di Seasons… e come al solito sbagliavo. Questo  “Card Crafting System” funziona e rende le partite via via sempre differenti e molto divertenti (questo grazie anche ai tanti potenziamenti e carte valle disponibili).

Il gioco si spiega in 5 minuti ed ha una durata relativamente breve, il che permette di provare Mystic Vale più volte durante una singola serata. L’interno della scatola è ben congegnata ed ha a disposizione vari comparti dove inserire le carte, più tante altre per le future espansioni. Anche gli artworks sono ben disegnati ed aiutano sicuramente a calarci all’interno dell’ambientazione mistica che il gioco ci propone ed infine le carte risultano tutte resistenti, soprattutto i potenziamenti che sono plastificati e trasparenti, cosi che una volta inseriti nelle carte base possiamo vedere tranquillamente tutti gli slot mano a mano che vengono inseriti (l’unica cosa dolente è che erano tutte un pò pieagate a causa dell’imballaggio interno, ma nulla per cui strapparsi i capelli)..

Tutto questo però porta un grave fardello. Mystic Vale è un solitario con la S maiuscola… l’interazione con gli altri giocatori è praticamente pari a zero, ma si vocifera già che con le prossime espansioni questa lacuna verrà colmata.

In conclusione Mystic Vale è un gioco da tenere in considerazione, sia per la novità delle meccaniche utilizzate, sia per la semplicità in cui ci si immerge di volta in volta nelle partite.


PRO:

  • Facile e veloce
  • Comprende già le bustine protettive
  • Meccanica “Card Crafting Game” interessante

CONTRO:

  • Zero interazione
  • Alcune carte potrebbero piegarsi per via dell’imballaggio

Valutazione finale

Componenti: 4/5
Divertimento: 3/5
Apprendimento regole: 4,5/5
Bilanciamento: 3,5/5
Longevità: 3,5/5

Voto: 4/5

Recensione by Manolo – Scrittore Maledetto