Warhammer Age of Sigmar: dove sono finiti gli Aelves?

0

Da quando è iniziata l’Era di Sigmar, tutti i giocatori di Warhammer sono stati tormentati da dubbi: chi è il Celestant-Prime? Che fine ha fatto Slaanesh? Cosa farà Sigmar? Ma una domanda piuttosto persistente era: dove diavolo sono finiti gli Elfi, o Aelves come vengono chiamati ora?

La longilinea razza con le orecchie a punta era infatti pressocchè assente durante il primo anno di esistenza della nuova ambientazione, ma ora grazie agli ultimi libri si è fatta parecchia luce su di loro. Vediamo nel dettaglio cosa stanno facendo questi misteriosi esseri…

UN SONTUOSO BANCHETTO

Iniziamo dalle brutte notizie: gli Elfi sono tutti morti, e così i loro Dei.
Questa almeno è stata la conclusione dell’End Times: come se non bastasse, le prelibate ed immortali anime elfiche (Aelfiche?) sono state trangugiate da Slaanesh, Dio dell’Eccesso e nemesi eterna. Una scorpacciata che però costerà cara al Dio del Caos…

IL NUOVO PANTHEON

Con l’avvento dell’Era di Sigmar e con il fu Re Barbaro ora al comando, nuove divinità sorgono da ciò che resta del Vecchio Mondo. Malekith diventa Malerion, Dio delle Ombre al comando di Ulgu, e Tyrion diviene Dio della Luce e regna su Hysh. Quest’ultimo tuttavia è cieco, e può vedere solo attraverso il fratello Teclis, anche lui assurto al rango di essere superiore. Insieme, questi nuovi Dei assaltano il regno di Slaanesh, catturano il dio (mentre Tzeentch trattiene i fratelli, cospirando chissà quale piano) e liberano le anime Aelfiche, riportandoli in vita. Tutto bene? Insomma…

LE FIGLIE DI KHAINE

Morathi, madre di Malerion, è fra le prime a tornare in vita ma profondamente toccata dall’influenza del Principe Oscuro. Ora capace di mutare in un essere serpentino e gigantesco, la Regina delle Ombre capisce subito che le anime e l’adorazione sono la moneta di scambio più pregiata in questa nuova realtà. Fonda quindi un culto dedicato a Khaine, Dio dell’Omicidio, a cui aderiscono Witches di tutti i Reami. In realtà Khaine è morto esattamente come tutti gli altri Dei, ma Morathi sfrutta per se stessa la forza della fede aumentando il suo potere.

GLI ESULI SILVANI

All’inizio dell’Era di Sigmar i Wanderers erano fedeli servitori di Alarielle e proteggevano Ghyran, il Regno della Vita, e altri santuari silvani negli altri Reami. Tuttavia l’arrivo del Caos ha distrutto le armate di questi Aelves, che da allora vagano per i piani combattendo una guerriglia dove possono contro i Poteri Perniciosi. Alarielle non li ha mai perdonati per il loro fallimento, e da allora disprezza gli Elfi preferendo la compagnia dei Sylvaneth.

I NERI CORSARI

Portando avanti la tradizione del Vecchio Mondo, molti Aelves praticano ancora la pirateria. A bordo di mostruose Black Ark gli Scourge Privateers razziano i Reami Mortali, anche se sono più o meno tollerati nelle città dell’Ordine fintanto che limitano i loro saccheggi alle razze rivali. Sappiamo che le loro flotte sono in grado di adattarsi alle condizioni estreme dei vari Reami, ad esempio potendo solcare i fiumi di lava di Aqshy.

GLI ORDINI GUERRIERI

L’Order Draconis e l’Order Serpentis sono antichi ordini cavallereschi legati ai Draghi. All’inizio dell’Era di Sigmar erano numerosi, ma dopo l’avvento del Caos e il loro ritiro ad Azyr le nobili bestie sputafuoco erano rimaste in poche. Se i Draconis si sono accontentati di cavalcare destrieri in assenza di Draghi i Serpentis hanno tentato di sopperire al problema con arti oscure, generando i Drakespawn e le mostruose War Hydras.

LE FENICI SILENZIOSE

I guerrieri dei Phoenix Temple sono silenziosi e letali guerrieri al servizio della Ur-Phoenix, la Prima Fenice. Per entrare in questo ordine un aspirante deve essere sottoposto a dolori che quasi lo uccidono, prima che una Phoenix che lo ritiene degno lo curi e lo renda un membro effettivo dell’ordine.

I LEONI SOLITARI

I Lion Rangers sono riservati e si trovano in monasteri isolati nei vari Reami. Dopo la conquista del Caos sono rimasti in pochi a trovare rifugio ad Azyr, ma ora si uniscono volentieri alle armate dell’Order e fungono da perlustratori ed esploratori, a piedi o a bordo dei loro temibili carri trainati da leoni.

I SAGGI NELLE TORRI

Le White Towers possono essere trovate in tutti i Reami, e sono casa dei potenti Eldritch Councils. Queste potenti congreghe di maghi Aelfici sono protette da feroci Swordmasters, e sovente accompagnano le armate dell’Order. È estremamente raro vedere questi guerrieri radunarsi in gran numero, ma la presenza di un singolo Archmage o Loremaster può cambiare le sorti di un’intera battaglia.

GLI STREGONI VENDICATIVI

Uno Stregone o Incantatrice Aelf che rifiuta di unirsi all’Eldritch Council finirà quasi sempre per fondare un Darkling Coven. Questi assembramenti di spietati guerrieri hanno obiettivi indipendenti, ma si uniranno alle altre forze di Azyrheim se la situazione lo consente. Hanno generalmente buoni rapporti con l’Order Serpentis, e qualche volta i Sorcerer guidano i loro seguaci a cavallo di un Drago Nero.

I MESSAGGERI ALATI

Dall’inizio dell’Era di Sigmar gli Swifthawk Agents sono stati gli occhi e le orecchie delle armate dell’Order. Veloci e intelligenti, operano da postazioni nascoste che sono per la maggior parte rimaste celate al Caos, e sfruttano la loro velocità e destrezza per colpire senza essere visti. Grifoni, Falchi Giganti e veloci destrieri sono i loro fedeli compagni.

LE LAME NEL BUIO

Gli Shadowblades sono ombre fatte carne, assassini spietati che eliminano i nemici dal buio. Si dice che quando Sigmar chiuse i Cancelli di Azyr per la prima volta, diede a loro il compito di purificare la città da eventuali infiltrati caotici. Collaborando coi Witch Hunters questi Aelves portarono a termine il compito, arrivando persino a smascherare e uccidere un membro del Grande Conclave

GLI EREDI DEGLI ABISSI

Ultimi a manifestarsi, gli Idoneth Deepkin sono una razza Aelfica completamente nuova, creata da Teclis stesso per affrontare le crescenti minacce e pericoli dei Reami Mortali. Tuttavia, i Deepkin sono nati con un difetto orribile, le loro anime troppo mutate dal tocco di Slaanesh. Sfuggiti al tentativo del loro creatore di sterminarli ora abitano i profondi oceani dei Reami, uscendo solo per predare le anime che garantiscono la sussistenza della loro specie. Solo il tempo dirà se questi predoni abissali potranno rivelarsi più una risorsa o più un pericolo per le forze dell’Order…

Mauro Canavese